I medici della fibromialgia avvertono: “Il tramadolo sta uccidendo più vite di qualsiasi altro farmaco”

L’antidolorifico prescritto dal tramadolo, che centinaia di migliaia di persone prendono al giorno, sta uccidendo più persone di qualsiasi altra droga, compresa l’eroina e la cocaina.

I medici avvertono: "Il tramadolo sta uccidendo più vite di qualsiasi altra droga"

L’antidolorifico non fa male se assunto correttamente, ma diventa molto pericoloso se miscelato con altre droghe o alcool. L’anno scorso ci sono stati 33 decessi nell’Irlanda del Nord legati al solo tramadolo. Tra i morti c’erano una ragazza di 16 anni e un pensionato di 70 anni. Il farmaco oppioide è usato per trattare il dolore moderato o grave e deve essere assunto solo con prescrizione medica. Nel 2014, è stato classificato come un farmaco oppioide di classe “C” illegale, che non può essere dispensato senza prescrizione medica.

Il problema è che molte persone sono già dipendenti dal tramadolo e si rivolgono al mercato nero per ottenerlo, perché non possono più ottenere prescrizioni perché hanno terminato il trattamento o perché il medico ha prescritto un altro farmaco.

“Essendo un farmaco comunemente usato e prescritto, non credo che le persone realizzino il potenziale che hanno quando assumono Tramadol senza rischio di controllo medico”, ha affermato il professor Jack Crane, patologo di stato per l’Irlanda del Nord.

La gru richiede di aggiornare nuovamente il rating Tramadol per poter passare alla classe “A”.

Gestione del dolore: tolleranza e dipendenza

Alcuni farmaci usati per trattare il dolore possono creare dipendenza. La dipendenza è diversa dalla dipendenza o dalla tolleranza fisica. In caso di dipendenza fisica, i sintomi di astinenza si verificano quando una sostanza viene improvvisamente sospesa. La tolleranza si verifica quando la dose iniziale di una sostanza perde la sua efficacia nel tempo. La dipendenza è una risposta psicologica e comportamentale che alcune persone sviluppano con l’uso di antidolorifici narcotici.

Le persone che assumono farmaci oppioidi per un lungo periodo di tempo possono sviluppare tolleranza e dipendenza fisica, anche se ciò non significa che siano dipendenti. In generale, la dipendenza si verifica solo in una piccola percentuale di persone quando i narcotici sono usati con un’adeguata supervisione medica.

Gli analgesici oppioidi con effetti simili a quelli dell’oppio o della morfina possono creare dipendenza e agire aderendo ai recettori del cervello, che bloccano la sensazione di dolore.

Non devono essere utilizzati per più di 3 o 4 mesi, a meno che non vengano eseguiti sotto la diretta supervisione del medico.

Alcuni nomi di farmaci oppiacei:

  • codeina
  • fentanil
  • Hydrocodone.
  • idromorfone
  • Meperidina
  • morfina
  • oxicodona
  • tramadolo

Condividi questo:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *