9 malattie che possono imitare la fibromialgia (e ritardare la diagnosi)

La fibromialgia può essere difficile da diagnosticare, motivo per cui potresti avere invece una di queste altre condizioni.

Mentre nessuno sa cosa causa esattamente la fibromialgia, i medici sanno alcune cose sulla condizione: il diffuso disturbo del dolore cronico sembra coinvolgere il sistema nervoso; colpisce dal 2 al 4 percento degli americani, principalmente donne; e si verifica comunemente nelle persone che hanno altri tipi di dolore muscoloscheletrico, come diversi tipi di artrite.

Ma a differenza di molte condizioni muscoloscheletriche, la fibromialgia non è una malattia infiammatoria o autoimmune – quando il sistema immunitario, che normalmente protegge il corpo dalle infezioni, si ribella a se stesso e attacca le proprie cellule e tessuti. Ciò può produrre infiammazione cronica che può eventualmente danneggiare il tuo corpo. La fibromialgia non è inoltre un disturbo articolare o muscolare causato da lesioni fisiche.

Invece, gli esperti pensano che la fibromialgia sia di natura neurologica.

“La fibromialgia è un disturbo in cui la sensibilità al dolore è stata rilevata nel cervello”, afferma J. Michelle Kahlenberg, MD, PhD, professore associato nella divisione di reumatologia presso la University of Michigan Medical School di Ann Arbor. “I trasmettitori chimici nel cervello sono stati riprogrammati in modo da emettere segnali di dolore con stimoli molto minimi. Una stretta del braccio, un tremito della mano, un tocco sulla spalla: tutte queste cose possono essere molto dolorose per le persone con fibromialgia. “

Fibromialgia mal diagnosticata: perché è comune

Non esiste un test in grado di diagnosticare la fibromialgia, quindi quando i sintomi della fibromialgia – che includono dolore diffuso, sensibilità al tatto, disturbi del sonno e affaticamento, nebbia del cervello, disturbi gastrointestinali (gonfiore e diarrea) e problemi di salute mentale come depressione e ansia – ti spingono a l’ufficio del medico, il fornitore deve prima escludere altre condizioni che potrebbero essere responsabili dei sintomi fibro.

“Ecco perché la fibromialgia può essere diagnosticata in modo insufficiente, perché prima dobbiamo cercare tutto il resto. D’altra parte, la fibromialgia può anche essere diagnosticata in modo eccessivo, perché non esiste un’analisi del sangue specifica o test di imaging che possiamo fare per diagnosticare “, spiega il Dr. Kahlenberg.

Gli studi lo confermano. In un recente studio pubblicato sulla rivista  Arthritis Care & Research , i ricercatori hanno scoperto che i medici di una clinica di reumatologia universitaria hanno diagnosticato eccessivamente la fibromialgia in 43 pazienti su 121 che soddisfacevano i criteri e lo hanno perso del tutto in 60 pazienti.

Ecco perché: per diagnosticare la fibromialgia, i medici si affidano alla descrizione dei sintomi, inclusi dolore e affaticamento, e da quanto tempo li hai. A volte usano anche qualcosa chiamato criteri di punti teneri – in cui il tuo fornitore preme 18 o 19 punti lungo il tuo corpo dalla testa alle ginocchia mentre valuti il ​​dolore. E anche se non c’è più un numero esatto di punti teneri che determina se hai la fibromialgia, alcuni medici potrebbero essere riluttanti a diagnosticare la condizione se ne hai troppo pochi.

Un altro motivo per cui la malattia è mal diagnosticata: “Ci sono molti pazienti che hanno la fibromialgia con un altro disturbo”, afferma Chris Morris, MD, reumatologo con Arthritis Associates a Kingsport, Teneessee. “Diciamo subito, ‘Oh è quella malattia!’ senza rendersi conto o riconoscere che alcuni dei loro sintomi li collocano certamente nella categoria della fibromialgia. “

Questo è un punto davvero importante. Se ti è stata diagnosticata la fibromialgia (che può essere notoriamente difficile da gestire con i farmaci) e continui a provare dolore e altri sintomi nonostante il trattamento, può succedere che tu abbia un’altra condizione, ad esempio l’artrite reumatoide (AR) o assiale spondiloartrite (AxSpA) – invece di o in aggiunta al tuo fibro.

Se ti è stata diagnosticata una malattia diversa come l’artrite reumatoide ma continui a provare dolore nonostante l’assunzione di farmaci per controllare l’infiammazione, è possibile che tu abbia anche la fibromialgia, che deve essere trattata separatamente dall’artrite.

Ecco un elenco di problemi di salute comuni che possono avere sintomi simili a fibro. Se sospetti di poterne avere qualcuno, condividi le tue preoccupazioni con il tuo medico e chiedi se ulteriori esami sono giusti per te.

1. Lupus

Come la fibromialgia, il lupus colpisce soprattutto le donne che soffrono di dolori articolari, affaticamento, problemi di memoria, mal di testa e mal di stomaco. Ma a differenza del fibro, il lupus è una malattia autoimmune che provoca un’infiammazione diffusa in tutti gli organi, in particolare i reni, il tessuto polmonare, il cuore e il cervello.

Anche altri sintomi fisici del lupus possono essere molto diversi: “[Il lupus può causare] eruzioni cutanee, caduta dei capelli – non solo un po ‘di capelli nello scarico, ma punti calvi sulla testa”, osserva il dott. Kahlenberg. C’è anche la pericardite ricorrente, che è il dolore toracico causato dall’infiammazione del tessuto che circonda il cuore e dai danni ai reni.

Per escludere il lupus, i fornitori di cure primarie di solito ordinano un esame del sangue chiamato test ANA che misura alcuni autoanticorpi nel tuo corpo (un segno che il tuo sistema immunitario sta attaccando le cellule normali invece di batteri o virus dannosi). Ma un ANA positivo non significa necessariamente che hai il lupus. “Molte persone hanno un ANA positivo per molte ragioni, la maggior parte delle quali ha a che fare con l’esposizione a un virus che aveva un po ‘di sovrapposizione con i tessuti del loro corpo”, afferma il dott. Kahlenberg.

Naturalmente, i pazienti con lupus possono anche avere fibromialgia, motivo per cui il Dr. Kahlenberg sottopone anche loro il test della Michigan Body Map, che consente ai pazienti di individuare le posizioni sui loro corpi in cui sentono dolore. “Se i pazienti ottengono un punteggio abbastanza alto su un indice di dolore diffuso, ciò sarebbe diagnostico per la fibromialgia”, afferma.

Ma se hai il fibro insieme al lupus o solo il lupus da solo, è importante ottenere il giusto trattamento in modo che il lupus non progredisca e causi più danni agli organi, che possono essere potenzialmente letali. Quindi vorrai parlare con il tuo fornitore di una combinazione di farmaci (di solito steroidi e farmaci antimalarici) che possono sopprimere il tuo sistema immunitario.

2. Sclerosi multipla

La SM è un altro disturbo autoimmune; colpisce il cervello e il midollo spinale e può danneggiare i nervi coinvolti. Alcune persone con SM possono perdere la capacità di camminare o vedere, altre possono andare in remissione per lunghi periodi di tempo. In superficie, alcuni dei sintomi della SM e quelli della fibromialgia sono simili: nebbia cerebrale, affaticamento, insonnia e dolore.

Altri sintomi della SM sono molto diversi da quelli che si verificano nella fibro, tra cui visione offuscata, andatura instabile, mancanza di equilibrio, tremori e linguaggio offuscato. I pazienti con sclerosi multipla possono avere lesioni al cervello, quindi i medici spesso ordinano alle risonanze magnetiche di escludere la sclerosi multipla o un altro disturbo neurologico. Un prelievo spinale – un prelievo di liquido spinale inviato al laboratorio – a volte può mostrare anticorpi associati alla SM.

Non esiste una cura per la sclerosi multipla, ma ci sono iniezioni e farmaci per via orale per rallentare i suoi progressi e steroidi, come il prednisone, per ridurre l’infiammazione dei nervi durante i razzi della sclerosi multipla. Le persone con SM sono anche aiutate da terapia fisica e farmaci per ridurre la fatica.

A differenza della SM, la fibromialgia non è una malattia progressiva e quindi non danneggia i muscoli o gli organi. Ma esiste una connessione tra SM e fibromialgia. “Ogni volta che i pazienti hanno una malattia autoimmune, c’è la possibilità che possano sviluppare fibromialgia a causa dello stress e del dolore cronico che deriva dalla malattia autoimmune”, spiega il Dr. Kahlenberg. “Queste cose possono riprogrammare il sistema nervoso centrale e aumentare quel recettore del volume del dolore, in modo che anche se controlliamo l’infiammazione delle articolazioni e dei muscoli, il recettore del volume può rimanere alto.”

In altre parole, se hai una diagnosi di SM, c’è la possibilità che tu possa avere anche fibro.

3. Artrite reumatoide

Come molte delle condizioni mescolate con fibro, l’artrite reumatoide è un disturbo autoimmune. Implica un’infiammazione nel rivestimento delle articolazioni, chiamata sinovia. In genere inizia nelle piccole articolazioni delle mani e dei piedi, anche se l’infiammazione in tutto il corpo in AR può anche interessare altre parti del corpo, tra cui pelle, occhi, cuore, polmoni e altro.

E come i pazienti con fibromialgia, le persone con AR hanno spesso affaticamento, debolezza e dolore costante. E anche se il dolore è nelle articolazioni, può essere difficile dire da dove provenga esattamente quando fai male dappertutto.

Ma con RA avrai articolazioni rigide – e questa è una differenza fondamentale rispetto alla fibromialgia, secondo il Dr. Morris. “I pazienti con malattie infiammatorie sono spesso rigidi per ore, mentre i pazienti con fibromialgia di solito possono allentarsi con 30 a 40 minuti”, osserva. Inoltre, c’è un gonfiore delle articolazioni con AR, che non è il caso di quelli con fibromialgia, i cui sintomi del dolore sono più nei muscoli, aggiunge.

I medici escluderanno l’artrite reumatoide esaminando il tuo esame del sangue, sottoponendo a screening tali proteine ​​del sangue come fattori reumatoidi e anti-CCP, tra gli altri marker infiammatori. Potresti anche avere raggi X che mostrano danni alle articolazioni (anche se questo “danno radiografico” potrebbe non comparire nelle prime fasi dell’AR).

Se non trattata, l’artrite reumatoide può deformare le articolazioni di mani e piedi e altrove e aumentare il rischio di problemi cardiaci e malattie polmonari. Fortunatamente, esistono trattamenti anche per casi gravi. Molti pazienti assumono farmaci antireumatici modificanti la malattia, compresi i farmaci biologici, insieme a steroidi a basso dosaggio o antidolorifici e trovano sollievo dal dolore e dal gonfiore.

4. Polimialgia Rheumatica

La polimialgia reumatica (PMR) è una malattia infiammatoria che provoca dolore diffuso alle articolazioni e ai muscoli. Tende a verificarsi più tardi nella vita, in genere si verifica per la prima volta nelle persone di età superiore ai 55 anni, afferma il dottor Morris. Questa è una differenza fondamentale rispetto alla fibro: i pazienti con fibromialgia tendono ad avere un decennio o due più giovani quando vengono diagnosticati. Ma alcuni sintomi di PMR possono sovrapporsi con fibro, in particolare il dolore diffuso e il sonno interrotto.

Esistono altre differenze tra fibro e polimialgia reumatica: i pazienti con PMR hanno una rigidità mattutina prolungata, che peggiora per mancanza di attività e dolore soprattutto a spalle, collo e braccia, che inibisce il raggio di movimento. “Le donne con PMR segnalano spesso problemi di riparazione dei capelli a causa di sintomi muscolari della spalla”, osserva il Dr. Morris.

La PMR può essere difficile da diagnosticare. I medici cercano marcatori infiammatori anormali (soprattutto proteine ​​C-reattive) negli esami del sangue. Ma a volte i marker infiammatori sembrano normali, come nei pazienti con fibromialgia.

Ecco perché il Dr. Morris ritiene utili i criteri dei punti teneri quando sta prendendo in considerazione la fibromialgia. “Ci sono moltissimi pazienti che hanno la tenerezza in quelle aree localizzate. Non escludo la diagnosi di fibromialgia se non hanno i punti teneri, ma può aiutare a sostenerlo ”, afferma.

I pazienti con PMR possono ottenere sollievo con corticosteroidi a basso dosaggio come prednisone, ibuprofene e altri farmaci da banco antinfiammatori non steroidei.

5. Spondiloartrite assiale

Il mal di schiena è una caratteristica distintiva di questo tipo infiammatorio di artrite che colpisce il vertebrato della colonna vertebrale e l’area in cui la colonna vertebrale incontra il bacino (articolazioni sacro-iliache).

AxSpA è spesso diviso in due categorie. AxSpA radiografico (che spesso viene chiamato spondilite anchilosante), significa che l’evidenza di un danno articolare è visibile ai raggi X. AxSpA non radiografico (nr-AxSpA) è essenzialmente la stessa condizione, ma senza danni articolari visibili sui raggi X.

Alcuni sintomi di AxSpA possono sovrapporsi a fibromialgia – affaticamento, mal di schiena, dolore alla mascella e problemi gastrointestinali – ma ci sono altri sintomi che sono più unici in AxSpA che in fibro. Il principale tra questi è la prolungata rigidità mattutina, afferma la dott.ssa Morris – Il dolore di AxSpA peggiora quando rimani fermo per lunghi periodi di tempo e migliora quando sei più attivo. Potresti anche avere la febbre e anche gli occhi infiammati.

Un altro fattore complicante con fibro vs. AxSpA è il sesso: la fibro è molto più comune nelle donne che negli uomini e la spondilite anchilosante è comunemente – e erroneamente – considerata come una “malattia dell’uomo”, anche se una ricerca più recente suggerisce che si verifica molto di più in donne di quanto si pensasse in precedenza. Tuttavia, i medici potrebbero non sospettare necessariamente AxSpA in pazienti di sesso femminile, soprattutto se non mostrano danni alle articolazioni ai raggi X.

In effetti, le donne hanno maggiori probabilità di avere spondiloartrite assiale non radiografica rispetto alla spondilite anchilosante, e nr-AxSpA non si presenta ai raggi X, sebbene sia possibile vedere alcuni primi cambiamenti sulla risonanza magnetica. Una storia approfondita, che includa domande sul fatto che il mal di schiena sia infiammatorio o meccanico, e un esame fisico muscolo-scheletrico completo sono importanti per aiutare i medici a distinguere tra fibro e AxSpA. I medici devono osservare le articolazioni, i muscoli e la gamma di movimento.

6. Malattia tiroidea

Quando hai generalizzato dolori, stanchezza e sonno interrotto potresti avere una serie di condizioni che non coinvolgono i tuoi muscoli o articolazioni. Alcuni di questi possono essere esclusi con un esame del sangue.

I disturbi della tiroide sono in cima a questo elenco, in particolare l’ipotiroidismo, che è quando la tiroide non produce abbastanza ormoni. Ciò provoca alcuni sintomi che possono imitare la fibromialgia, tra cui perdita di memoria, costipazione e debolezza muscolare. Ecco perché il Dr. Morris verifica sempre livelli elevati di ormone stimolante la tiroide, un segno di ipotiroidismo, nei pazienti a cui è stata diagnosticata la fibromialgia dai loro medici di base – ed è stato trovato in alcuni casi in cui vi era una condizione alla base della tiroide bene.

7. Diabete

Il Dr. Morris controlla anche i livelli di glucosio nel sangue e nelle urine, nel caso in cui le persone abbiano un caso non diagnosticato di diabete di tipo 2, il che significa che i loro corpi non possono regolare la glicemia (glucosio). Il diabete di tipo 2 può causare dolori generali e affaticamento che imitano la fibromialgia, dice. Ma a differenza del fibro, la condizione può portare a gravi complicazioni, tra cui ictus, glaucoma e malattie cardiache, motivo per cui è estremamente importante catturarlo e trattarlo. Il diabete viene facilmente diagnosticato in base ai livelli di zucchero nel sangue o nelle urine.

8. Anemia

Sentirsi stanchi è anche un segno distintivo di anemia, che si verifica quando il tuo corpo non produce abbastanza globuli rossi sani per trasportare l’ossigeno di cui hai bisogno. Se sei anemico, sarai anche debole e avrai mal di testa, proprio come faresti con la fibromialgia, anche se potresti non avere dolore o formicolio ai muscoli. La forma più comune di anemia è dovuta alla mancanza di ferro, ma l’infiammazione (diciamo, dall’AR) può anche causare anemia così come disturbi del sangue e tumori. Ecco perché i fornitori controllano la conta dei globuli rossi mentre restringono la diagnosi.

9. Sindrome da affaticamento cronico

Pensa alla sindrome da affaticamento cronico e alla fibromialgia come ai lati opposti di condizioni croniche quasi identiche. I pazienti con CFS hanno molti sintomi simili a quelli con nebbia fibro – cerebrale, esaurimento costante, mal di testa e sonno scarso. E come la fibromialgia, le donne hanno molte più probabilità di avere la CFS rispetto agli uomini.

Ma ci sono differenze tra loro. Le persone con affaticamento cronico hanno linfonodi ingrossati e talvolta mal di gola. E, soprattutto, la fatica è più prepotente del dolore (è vero il contrario nella fibromialgia).

I medici non sono esattamente sicuri di ciò che provoca la sindrome da affaticamento cronico, anche se alcuni pensano che le sue origini potrebbero essere virali – dall’influenza, diciamo, o dal virus che causa la mononucleosi. Ma il tuo fornitore arriverà a una diagnosi di CFS in un modo simile a quello della fibromialgia, escludendo altre condizioni attraverso un attento controllo e test.

Anche il trattamento può essere complicato. A volte anche gli allenamenti più delicati possono peggiorare i sintomi della CFS (mentre possono essere utili per i pazienti con fibro, in particolare l’esercizio meditativo come il tai chi, afferma il Dr. Kahlenberg). La terapia comportamentale cognitiva può aiutare a gestire il dolore cronico, così come gli antidepressivi, poiché anche i pazienti con CFS hanno depressione (comprensibilmente).

Arrivare al fondo della fibromialgia – o una diagnosi diversa

Quindi, come puoi essere sicuro di avere davvero la fibromialgia? Innanzitutto, assicurati che il tuo fornitore gestisca i laboratori, abbia un’anamnesi completa, incluso il sonno (per escludere l’apnea notturna) e faccia un esame fisico di punta, dice il dottor Morris. “Esaminiamo e guardiamo i muscoli e le articolazioni e vediamo se e dove sono teneri. Hanno una buona gamma di movimento? Hanno una buona forza muscolare? Queste sono alcune delle cose che cerchiamo “, spiega.

Quindi il tuo fornitore dovrebbe porre domande come queste: il dolore e la fatica sono concentrati nei muscoli o nelle articolazioni? Il tuo dolore migliora o peggiora con l’attività?

Sebbene non sia necessario soddisfare i criteri relativi ai punti sensibili, un medico probabilmente seguirà queste linee guida generali per vedere se si può avere la fibromialgia.

Anche tu dovresti porre domande, afferma il dott. Kahlenberg: “” Esistono prove di infiammazione? ” “Ho prove di altre malattie autoimmuni?” “Potrebbe esserci qualche altra ragione per il mio dolore?” Penso che una conversazione onesta con il dottore per dire: “Perché pensi questo contro questo” è una cosa ragionevole. Se non ottieni risposte utili, cerca una seconda opinione a quel punto. “

Condividilo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *